ComBio_3
Totale punti99/99
Punteggio sezione99/99
Nel caso di un matcher biometrico per l’autenticazione creato mediante tecniche di apprendimento automatico ed intelligenza artificiale
1/1
Un sistema per il riconoscimento dell’iride
1/1
La biometria del volto non può essere realizzata attraverso filtri ottici che permettono analisi su bande ottiche diverse
1/1
Nell’ambito delle tecniche di deeplearning applicate in biometria, la data augmentation
1/1
Quale sistema seguente o sistemi seguenti possono essere considerati come sistemi di classificazione eventualmente creabili con sistemi di apprendimento automatico
1/1
Completare la seguente frase. I sistemi per il riconoscimento dell’iride in ambienti indor
1/1
Le feature biometriche estratte dalla voce per fare identificazione sono estratte tipicamente esaminando l’energia del segnale in particolari bande dello spettro sonoro
1/1
Le lenti asferiche rappresentano una soluzione interessante per le ottiche adottate nei sistemi biometrici e
1/1
I sistemi Match on Card per l’impronta includono interessanti caratteristiche fra le quali
1/1
Le soluzioni di protezione della privacy degli utenti mediante crittosistemi biometrici sono
1/1
È possibile selezionare il numero di bit per il tono di grigio di un singolo pixel di una immagine di un sensore
1/1
Un sistema AFIS moderno riesce a raggiungere
1/1
È possibile inserire funzionalità biometriche su sistemi mobili quali droni?
1/1
Un sistema di videosorveglianza biometrica
1/1
Un sistema AFIS nazionale tipicamente contiene immagini iridee
1/1
L’iride è un dato che per le sue proprietà biometriche
1/1
Il valore della focale della lente principale di un sistema biometrico
Nell’ambito della valutazione delle performance dei sistemi biometrici la procedura corretta di valutazione degli errori prevede:
1/1
In un filtraggio adattivo contestuale, una parte del filtro stima parametri locali da porzioni dell’immagine in esame e adatta i parametri della maschera in base ai parametri stimati
1/1
La definizione “sistema di lenti multiple nel quale la lunghezza focale può variare”, a quale sistema di riferisce?
1/1
Per realizzare caratteristiche di anti-spoofing in un sistema biometrico, un parametro molto importante da considerare nella scelta del sistema è
1/1
La detezione automatica delle micro-espressioni
1/1
Speech Recognition e Speaker Recognition sono
1/1
I metodi di imaging di High Dynamic Range sono particolarmente utili
1/1
La rappresentazione di un pixel di una immagine per la biometria non può essere a 8 bit (256 livelli di grigio) in quanto troppo compatta
1/1
La tecnica per l’estrazione di feature per le impronte digitali chiamata Fingercoding è una tecnica
1/1
In un modello di deeplearning CNN usato in applicazioni biometriche è tipico che negli strati finali si crei, dalle uscite dello strato precedente un unico vettore da elaborare negli ultimi strati della rete
1/1
Nelle applicazioni biometriche, un sensore di imaging con 10bit/pixel al posto di 8bit/pixel
1/1
Completare la seguente frase. Il conteggio delle persone in ambienti indoor può essere eseguito con sistemi in tecnologia 3D
1/1
La tecnica di Data Set Partitioning chiamata Leave One Out
1/1
La valutazione della stima dell’errore del sistema biometrico a partire da valori ottenuti di matching tra immagini di impostori e genuini
1/1
Nel calcolo della distanza di matching fra due iriscode A e B usando le relative maschere MA e MB, si ha
1/1
Nelle applicazioni di massima sicurezza solitamente si tende a cercare di minimizzare
1/1
La primitiva biometrica di Fingerprint Indexing è considerabile come un sistema di classificazione
1/1
La scelta di una telecamera con doppio tempo di esposizione è utile nei casi di soggetti che si muovono in regioni della immagini con gamma dei colori estreme fra loro
1/1
La acquisizione multispettrale si può applicare con le impronte digitali
1/1
Esistono sistemi integrati biometrici multimodali su scala nazionale
1/1
Il sistema AFIS italiano contiene impronte di circa 750.000 persone schedate ed esclusivamente da scene del crimine
Alimentare la profondità di campo di fuoco di un sistema ottico per la detenzione della impronta a contatto mediante la chiusura del diaframma
1/1
I filtraggi adattivi maggiormente applicati per le impronte digitali sono i filtri di Moiré
1/1
Con un sistema ottico ad 1 lente è possibile
1/1
È possibile creare un sistema biometrico per l’iride completo di tutte le parti ottiche miniaturizzato in pochi millimetri
1/1
In applicazioni di sorveglianza per riprodurre un campo visivo simile a quello umano binoculare
1/1
La primitiva biometrica di controllo qualità del tratto biometrico è considerabile come un sistema di classificazione una volta fissata la soglia di qualità accettabile in ingresso al sistema
1/1
Una gamma colore di un sensore per immagini di oltre 100 dB è utile in applicazioni
1/1
Nell’ambito del machine learning applicato alla biometria, i metodi di riduzione della complessità degli ingressi
1/1
Considerando la curva di Decision Error Tradeoff e la curva Receiver Operating Characteristic si può affermare
1/1
Nei filtri di Gabor impiegati per la elaborazione delle impronte digitali il kernel è composto
1/1
Il flusso ottico nei sistemi biometrici
1/1
La presenza di vibrazioni in una applicazione biometrica
1/1
La scelta della focale in un sistema per il riconoscimento del volto
1/1
Uno dei filtraggi adattivi maggiormente applicati per le impronte digitali è basato su filtri di Gabor
1/1
Quale di queste applicazioni di sicurezza necessita del più alto frame rate nel sistema di visione?
1/1
Quale tecnica serve per riprodurre una gamma dinamica di colore maggiore di quella disponibile dal sensore nel singolo frame?
1/1
Nella maggioranza delle applicazioni biometriche risolte mediante metodi di apprendimento automatico
1/1
La tecnologia di riconoscimento biometrico basata sull’iride
1/1
Un dispositivo di conversione analogico-digitale è sempre incluso dei sensori per immagini usati in biometria
1/1
Le feature di ridge counting sono considerate
1/1
La funzione di "High dynamic range" in un sensore di visione serve
1/1
È possibile impiegare sensori biometrici per immagini dotati di filtro polarizzatore integrato
Nel caso di sistemi biometrici impieganti sistemi con apprendimento automatico, la creazione delle partizioni di allenamento
1/1
Un sistema di visione compatto impiegabile in applicazioni biometriche con magnificazione ottica 10x, sensore a 10 Mpixel autofocus, nelle dimensioni minori di 100x100x100mm
1/1
Negli approcci di deeplearning applicati alla biometria basati sulle immagini tipicamente
1/1
E’ possibile montare sistemi tridimensionali su sistemi mobili quali droni
1/1
La protezione della privacy a livello di template nelle applicazioni biometriche
1/1
Le reti di tipo deep learning sono efficacemente impiegate nella speech recognition
1/1
Il riconoscimento tramite l’iride può produrre seri problemi di privacy per via della elevata accuratezza e la velocità con il quale può essere eseguito il matching fra due template
1/1
Le tecniche di acquisizione delle immagini in campo biometrico riguardano
1/1
Nell’ambito dei modelli di deeplearning usati in biometria, quali dei seguenti moduli possono annullare il gradiente nella funzione di ottimizzazione dei pesi e quindi produrre una semplificazione dell’apprendimento?
1/1
Le iridi di due gemelli omozigoti sono
1/1
Se nell’intorno di un punto di esame di una immagine binarizzata e scheletrizzata (con creste in nero) di una impronta digitale composto da 8 pixel si ha 1 pixel a zero e tutti gli altri a 1 è maggiormente probabile che ci si trovi in corrispondenza di
1/1
È possibile eseguire un riconoscimento tramite l’iride anche da immagini nel visibile se
1/1
Per la biometria del volto e delle mani, il numero di bit/pixel non è praticamente influente
1/1
Quali delle affermazioni che seguono è la più corretta
1/1
Quali tecniche avanzate per il miglioramento delle prestazioni di sistemi biometrici possono essere efficacemente utilizzate in applicazioni biometriche
Nei sensori CMOS il problema dell'aliasing...
1/1
Un sistema ottico macro è tipicamente impiegato in applicazioni
1/1
Per effettuare Template Selection nelle applicazioni per l’iride può/possono essere utili
1/1
Una convoluzione fra l’immagine I() e il kernel k() utile a realizzare un filtraggio della immagine viene rappresentata come
1/1
Il sistema AFIS italiano realizza le funzioni di identificazione
1/1
Le tecniche EEG (Electroencephalography)
1/1
Il confronto biometrico di due immagini del volto della stessa persona acquisite a 1 anni di distanza rappresenta un confronto
1/1
I sistemi più moderni basati su tecnologie ottiche per il palmo riescono a funzionare
1/1
È possibile correggere gli effetti del Rolling Shutter impiegato nei sistemi CMOS
1/1
Differenza di luce improvvisa nella scena acquisita possono provocare problemi di acquisizione
1/1
La tecnica di Direct Gray Extraction si applica
1/1
I sistemi per il controllo della impronta su smart card (Match on Card) sono ancora prototipali e non ancora presenti sul mercato
1/1
La riduzione dei casi di alias può essere principalmente contrastata attraverso la schedatura nel sistema AFIS nazionale attraverso
1/1
Il modo di progettare dati e modelli per apprendimento automatico chiamato “Rasoio di Occam”
1/1
Gli effetti negativi del sistema chiamato Rolling Shutter impiegato nei sistemi CMOS sono:
1/1
Con un sensore di acquisizione a 3 canali x 8bit per pixel
1/1
Nei sistemi per la videosorveglianza che richiedono di poter riconoscere le persone dal volto in condizioni notturne e diurne
1/1
La funzione di “high dynamic range” in un sistema di visione serve per aumentare via software la risoluzione del sensore stesso
1/1
Nelle applicazioni di sicurezza che controllano oggetti o persone in movimento
1/1
Per effettuare Template Selection nelle applicazioni per l’iride può/possono essere utili
1/1
Le tecniche di Transfer Learning mediante reti neurali in applicazioni biometriche tipicamente
1/1
I sensori CMOS e CCD sono praticamente equivalenti in campo biometrico dal punto di vista della qualità delle immagini
1/1
La modalità con la quale la "data collection" è eseguita nelle applicazioni biometriche
1/1
È possibile montare sistemi su sistemi mobili quali droni
1/1
Nell’ambito dei modelli di deeplearning usati in biometria, il modulo di Max Pooling
1/1
Un filtro di polarizzazione può aiutare diverse applicazioni biometriche ma riduce notevolmente la banda spettrale passante specialmente nel visibile
1/1
Se un sistema ottico per la biometria contiene una magnificazione ottica ed una digitale, quale è meglio preferire?
1/1
Non esistono estrattori di features per impronte digitali che possano supportare una metrica Euclidea come funzione di matching
1/1
Questi contenuti non sono creati né avallati da Google. - Termini di servizio